UNICS KAZAN – BARCELLONA REGAL 56 – 67: la rabbia agonistica dei padroni di casa si trasmette sul campo con un parziale iniziale di 10 a 4. Navarro e Domercant si marcano a vicenda, dando vita ad un duello stellare. Lorbek è stranamente impreciso al tiro e manda sul ferro 5 tiri piazzati dall’arco con metri di vantaggio sul difensore; ne approfitta Kazan che chiude il quarto in vantaggio (19-17). Subito terzo fallo di Jawai ma il Barça appare stanco dopo i 45 minuti giocati sabato in campionato ed il lunghissimo viaggio per raggiungere la Russia. Domercant si riscatta dopo le difficoltà trovate nei primi 2 atti della serie, ma è soprattutto la difesa dei russi a fare la differenza, con gli spagnoli tenuti a 11 punti nel quarto (34-28 al 20°). Come nel secondo periodo Jawai fa passare solo un possesso prima di commettere il quarto fallo. Gli iberici tornano avanti ed è ora l’Unics ad avere problemi offensivi. Navarro è il protagonista assoluto, ma Kazan tiene con Domercant (45-46 al 30°). Lo spettacolo non è certamente la caratteristica del match e i ritmi rimangono molto bassi per tutti i 40 minuti. Il break decisivo arriva a metà della frazione decisiva,  un 10-0 firmato Wallace e Marcelinho che non ammette repliche. Il Barcellona è la prima squadra ad ottenere il pass per Istanbul, mentre bisogna comunque togliersi il cappello dinanzi alla stagione di Kazan che è andata ben oltre le aspettative di inizio stagione.

MACCABI TEL AVIV – PANATHINAIKOS ATENE 65 – 62: il piano del gioco di Tel Aviv prevede la chiusura dell’area, sfidando gli avversari al tiro da fuori e all’inizio sembra essere la tattica vincente. L’attacco dei greci non è brillante come al solito e segna soprattutto dalla linea dei liberi (24-13 al 10°). Dopo aver toccato il massimo svantaggio sul 26 a 13, il Pana mette sul parquet l’orgoglio e, grazie ad un parziale di 9 a 1, si fa sotto minacciosamente. Il Maccabi riesce a forzare molte palle perse agli ateniesi mentre nell’altra metà campo si affida al talento nell’uno contro uno dei suoi esterni (41-28 a metà gara). Obradovic striglia i suoi negli spogliatoi ed i campioni d’Europa in carica tornano in campo più decisi, riuscendo a trovare anche qualche punto facile in transizione. La difesa fa il proprio dovere e concede solo 9 punti ai padroni di casa nel terzo periodo. Il Pana arriva prima al – 3 dopo una bomba di Diamantidis e poi addirittura si avvicina ad un solo punto di distacco. La sensazione è comunque quella che gli israeliani possano portare a casa vittoria e vantaggio nella serie e così avviene, con la tripla sulla sirena di Calathes che finisce sul primo ferro. Maccabi ad una sola vittoria dalle Final Four.

Comments

comments

Tags

 

Biografia dell'autore

Sono nato a Formia nel 1978 e dall'età di 9 anni ho praticato lo sport più affascinante del mondo (de gustibus...) ovvero il basket. Da qualche anno ho appeso le Air Jordan al chiodo ma ho sempre continuato a seguire la pallacanestro e ora a scriverne. Il mio mito indiscusso è Federico Buffa, un maestro di giornalismo sportivo e non.

0 Commenti

Puoi essere il primo a lasciare un commento.

Scrivi un Commento