F1 2014: novità su test e calendario

F1 2014: i team hanno approvato i 4 test per la prossima stagione mentre arrivano delle indiscrezioni sul calendario

Il progetto del GP del New Jersey

Il progetto del GP del New Jersey (fonte foto: clarìn.com)

F1 2014. Sabato 8 Giugno, a Montreal, si è riunito lo Sporting Work Group che, con 8 voti a favore e 3 contrari, ha approvato la proposta di svolgere 4 sessioni di test durante la prossima stagione; la proposta dovrà, ora, essere approvata dal World Motor Sport Council della FIA, che si riunirà a Londra il 28 Giugno.

L’accordo prevede 4 sessioni di test che si svolgeranno in Europa; Barcellona e Silverstone sono i circuiti dati per certi, mentre c’è più incertezza sugli altri due, ma, secondo indiscrezioni, un test dovrebbe svolgersi in Italia. I test verranno svolti ogni 4 GP, verranno aboliti i “Rookie Test” e ridotti gli aerotest in rettilineo, passando dagli attuali 8 giorni a 2. Subiranno tagli anche i “filming day”, passando a 2 giorni per un totale di 200 km.

Intanto, giungono voci sul lay-out del calendario 2014. Secondo quanto riportato da skysports, il prossimo mondiale di Formula 1 dovrebbe prendere il via il 2 Marzo, ma non a Melbourne, bensì in Bahrein, come già accaduto nel 2006 e nel 2010. Non è tutto, perché il prossimo Campionato, con gli ingressi del GP di Russia, con la pista di Sochi, e del GP del New Jersey, dovrebbe contare su ben 21 gare, e sarebbe il record assoluto. C’è, però, il punto interrogativo rappresentato dal GP di Corea che, a causa della crisi economica, potrebbe uscire dal calendario, facendo tornare il numero di gare a 20.

Quindi, la stagione 2014 si preannuncia ricca di novità, visto anche il ritorno dei motori turbo, che porteranno ad un ripensamento totale delle monoposto.


Tornando al presente, come da previsioni, Pirelli ha annunciato che le nuove gomme con spalla in kevlar non esordiranno, in gara, nel GP di Silverstone, mancando l’unanimità tra i team. Infatti, la Lotus si oppone fermamente a questo cambiamento, come annunciato da Boullier già prima della trasferta canadese. Intanto, Paul Hembery, intervistato da AUTOSPORT, svela il prossimo passo della Pirelli per evitare la delaminazione, cioè un nuovo tipo di colla che eviti il distacco della mescola: “Non useremo le nuove gomme dato che non abbiamo avuto molto tempo per provarle qui in Canada. Abbiamo in mente qualche modifica nel metodo di costruzione degli pneumatici che credo riuscirà ad eliminare le delaminazioni. E questo è positivo, dato che le squadre continueranno a lavorare con le stesse gomme con cui è iniziato il Campionato. Mentre probabilmente non farà piacere a chi sta faticando a gestire le mescole anteriori”. Hembery non esclude, comunque, l’ipotesi di far testare, ancora per qualche GP nelle libere, le nuove gomme, per cercare di convincere i team che ancora si oppongono.

Articolo a cura di Gianluca Zippo

Rispondi